Resilienza urbana

Le Olimpiadi del 2006 sono state un evento spartiacque per Torino. Dopo di esse la città ha cambiato radicalmente pelle, passando da centro industriale a centro dell’industria culturale.

Numerosi quartieri di Torino sono stati riconfigurati in questo periodo. Alcuni di essi, come la Spina 3, sono nati da zero, al posto di fabbriche dismesse da anni. Altri, invece, come San Salvario e Vanchiglia, hanno vissuto una profonda trasformazione, diventando dei vivaci centri culturali e luoghi del divertimento. Ancora, il progetto Urban Barriera di Milano ha prodotto un’importante opera di riqualificazione dell’area nord della città. C’è poi il quartiere Campidoglio, con le sue strade in ciottolato, che è stato ripensato con il contributo essenziale dei suoi abitanti, oppure Mirafiori che ha visto le aree ex FIAT riaprire per ospitare temporaneamente progetti innovativi. Ma l’elenco non è esaustivo.

Con #TOwalkabout passeggeremo in questi quartieri, individuando alcuni esempi di resilienza urbana che possano diventare modelli per le trasformazioni del futuro.